Filtra per

Categorie

Categorie

Fusibili

Filtri attivi

Fusibili: cosa sono?

I fusibili elettrici chiamati anche semplicemente fusibili, sono componenti elettronici in grado di proteggere un circuito assorbimenti di corrente anomali (causate per esempio dai cortocircuiti).
I fusibili sono formati da una cartuccia, percorsa da un sottile filo conduttore nel quale passa la corrente del circuito da proteggere; questo filo è l'elemento fusibile vero e proprio. Quando sopraggiunge una sovracorrente, il filamento fonde provocando l'apertura del circuito.
I fusibili sono molto utilizzati in molti settori, come nel settore automobilistico, ogni veicolo ne è dotato, per proteggere ogni circuito dell'automobile da sovracorrenti luci, alzacristalli, radio, accendisigari, servosterzo etc..

Quali sono le funzioni dei fusibili?

Nei vecchi impianti, i fusibili erano le principali protezioni contro i cortocircuiti. Per garantire la massima sicurezza, era necessario affiancare i fusibili a degli interruttori termici.
L'uso dei fusibili è inoltre fondamentale per la protezione dei singoli apparecchi elettronici che possono rinvenire in cortocircuito, evitando così di danneggiare il circuito interno, oppure per proteggere l'apparecchio senza che il magnetotermico eventualmente presente interrompa anche altri circuiti.

Fusibili: come scegliere la tipologia corretta?

Per scegliere la tipologia corretta di fusibili si deve calcolare l'assorbimento massimo di corrente del circuito e dimensionare il fusibile in modo ragionevole.

Vi sono inoltre due tipologie di fusibili

  • T che viene usato specialmente per applicazioni a corrente alternata, può supportare per un limite di tempo determinato, correnti superiori a quella nominale.
  • F viene utilizzato principalmente con corrente continua una volta raggiunta la corrente nominale, fonde quasi istantaneamente.

Cosa sono i fusibili per auto? 

I fusibili per auto sono stati studiati per i mezzi di trasporto, hanno una maggiore praticità grazie alle loro dimensioni e forme, questo permette soprattutto di proteggere i circuiti elettrici dell’automobile e non causare cortocircuiti. Sono solitamente da 24V, ma spesso è possibile trovarne anche da 48V.